Morto il collega Luca Miani, consigliere nazionale Ussi, una vita dedicata allo sport

Il  giornalista Luca Miani  si è spento ieri sera, mercoledì 23 ottobre, alla clinica Giovanni XXIII di Monastier (Tv), dopo una malattia che non lo ha mai intaccato nella sua passione: scrivere di sport. Fino all’ultimo ha dato tutto per il Gazzettino, vivendo il lavoro come una possibile medicina che, se non ha potuto fargli vincere la guerra contro il male nel fisico, almeno gli ha sicuramente dato un supplemento di forza in più per combattere le dure battaglie. Aveva 59 anni, lascia la moglie Francesca e una figlia di 5 anni.

Veneziano di Santa Croce aveva iniziato a collaborare per la redazione di Venezia de Il Gazzettino fino a diventare redattore e responsabile delle pagine sportive locali.  Seguiva soprattutto il Venezia Calcio, al Penzo la sua presenza era immancabile. E di stagioni ne ha vissute tante, con i lagunari. E’ stato un cronista che viveva in modo pieno la sua passione, calato nelle varie realtà cittadine.

Era stato a lungo presidente dell’Unione Stampa Sportiva Italiana (Ussi) di Venezia ed era attualmente consigliere nazionale; era anche fiduciario dell’Assostampa veneziana e nel direttivo del Sindacato giornalisti veneto.

La sezione siciliana tutta si unisce al dolore dell’Ussi che piange l’amico e prezioso consigliere e si unisce al dolore della famiglia e a coloro che ne ha potuto apprezzare le doti di uomo e di professionista.