- Catania, Messina, Notizie, Palermo, Primo Piano, Siracusa

Ussi – Nota su apertura allenamenti Palermo alla stampa al “Tenente Onorato”

Il presidente regionale dell’Ussi Sicilia e la presidentessa provinciale della sezione di Palermo Gaetano Rizzo e Nadia La Malfa

L’Unione Stampa Sportiva Italiana, nelle sue articolazioni regionale e della provincia di Palermo, assieme all’Ordine dei giornalisti di Sicilia, esprime sentimenti di gratitudine nei confronti del Generale di Divisione Maurizio Angelo Scardino, Comandante Militare dell’Esercito Italiano in Sicilia, per la celere soluzione individuata dinanzi alle esigenze dei giornalisti che seguono, di consueto, le vicende del Palermo FC, segnatamente per quanto attiene il ritiro precampionato che la squadra rosanero svolgerà al campo sportivo “Tenente Onorato” di Palermo. “L’intesa raggiunta è frutto di una sinergia che ha funzionato e, soprattutto, della disponibilità mostrata dai vertici dell’Esercito dinanzi alle esigenze degli operatori dell’informazione”, hanno affermato Gaetano Rizzo, Nadia La Malfa e Nino Randazzo, rispettivamente presidente regionale, provinciale di Palermo e consigliere nazionale dell’Ussi, nonché Roberto Gueli, presidente regionale dell’Ordine dei giornalisti di Sicilia.

Il Palermo nell’annunciare la sede del ritiro al “Tenente Onorato” aveva comunicato che le sedute di allenamento sarebbero state tutte a porte chiuse anche per la stampa trattandosi di un impianto militare, poi in seguito alle intese intercorse con il Comando Militare Esercito Sicilia ed il CUS, grazie anche al contributo dell’Unione Stampa Sportiva Italiana regionale e provinciale, il Palermo ha annunciato sarà consentito l’accesso della stampa al “Tenente Onorato” di Boccadifalco in occasione di alcune sedute d’allenamento della squadra allenata da Silvio Baldini.

A sinistra il presidente regionale dell’Ordine dei giornalisti Roberto Gueli e il Consigliere Nazionale dell’Ussi Nino Randazzo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.