- Catania, Messina, Notizie, Palermo, Primo Piano, Siracusa

Ussi, Premi dell’Anno 2021 – Il programma

Sarà una giornata all’insegna dello sport in tutte le sue forme quella di mercoledì 15 dicembre a Palermo. Nell’ambito della 62^ edizione dei Premi dell’Anno dell’Ussi Sicilia, che vivrà il suo momento clou alle 18 con la consegna dei riconoscimenti nella sede palermitana della Federcalcio (in Via Orazio Siino a Ficarazzi), è stato stilato un programma che prevede un incontro con gli studenti palermitani e la visita al Palermo Museum, unico museo sportivo attualmente aperto al pubblico in città.

Si comincia alle 10,30 con l’incontro con gli studenti del Liceo Scientifico indirizzo Sportivo dell’Istituto Gonzaga (in via Piersanti Mattarella, 38) sul tema “Le Imprese Sportive nel racconto dei giornalisti e nelle testimonianze dei campioni delle Fiamme Gialle”. Saranno presenti, fra gli altri, Giuseppe Gibilisco (bronzo olimpico ad Atene 2004 nel salto con l’asta), Simona La Mantia (argento agli Europei di Barcellona 2010), Filippo Randazzo (finalista nel salto in lungo a Tokyo 2020) e Matteo Melluzzo, astro nascente della velocità.

Alle 12 poi la giornata proseguirà con la visita guidata al Palermo Museum, unico museo sportivo della Sicilia occidentale: ospiti del Presidente del Palermo Dario Mirri e del curatore del museo Giovanni Tarantino la delegazione dei giornalisti sportivi guidata dal presidente nazionale dell’Ussi Gianfranco Coppola, da quello regionale Gaetano Rizzo e il Comandante del Gruppo Sportivo delle Fiamme Gialle, Generale di Brigata Vincenzo Parrinello.

Nel pomeriggio, alle 18, si terrà la cerimonia di consegna dei Premi dell’Anno. A presentare la manifestazione i giornalisti Alessia Anselmo e Nino Randazzo. Direzione artistica affidata a Francesco Panasci.

I Premi dell’Anno dell’Ussi rappresentano la festa dello sport siciliano e ogni anno sono assegnati secondo le segnalazioni dei giornalisti iscritti al gruppo regionale dell’Unione Stampa Sportiva Italiana che hanno assistito e raccontato quotidianamente le gesta di società, personaggi, protagonisti e arbitri degli eventi sportivi nell’arco dell’anno solare. In via di definizione l’elenco degli sportivi che riceveranno i riconoscimenti nelle varie categorie: da quella più ambita, legata e intitolata al ricordo di Candido Cannavò, ai riconoscimenti per la “carriera”, per il “miglior tecnico”, per il “miglior giovane”, il “miglior dirigente”, il “pioniere”, l’arbitro, la “società emergente”, il giornalista e il fotografo.

Quest’anno al fianco dei giornalisti sportivi e degli atleti siciliani ci sarà anche il gruppo sportivo delle Fiamme Gialle che festeggerà i cento anni di attività nel mondo dell’atletica leggera.

Nel corso della cerimonia particolare attenzione sarà dedicata ai successi conseguiti dagli atleti siciliani alle Olimpiadi e alla Paralimpiadi di Tokyo 2020. Parlano siciliano, infatti, le cinque medaglie, un oro, un argento e tre bronzi, vinte alle Olimpiadi, senza contare quelle vinte, ma tecnicamente non messe al collo, dai tecnici siciliani come Gabriele Bruni nella vela e Filippo Di Mulo nella 4X100. E le otto, un oro, due argenti e cinque bronzi vinte alle Paralimpiadi anche grazie al lavoro dei tecnici siciliani Vincenzo Duminuco e Francesco La Versa, nell’atletica, Alessandro Arcigli nel tennistavolo e Guglielmo Fuchsova e il figlio Fabio nel tiro con l’arco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.